Avventura alle Canarie: 5 cose da fare assolutamente

5 idee di avventura e divertimento alle Isole Canarie

Le Canarie sono un arcipelago di isole vulcaniche a largo dell’Africa nell’oceano Atlantico, parte della Spagna ma autonome. Molti italiani, più o meno giovani, ci vanno per svernare o per una semplice breve vacanza. Il tempo è sempre bello e il mare è da sogno. Le isole sono ben 7 e diversissime l’una dall’altra, tutte però sono permeate da bellezza paesaggistica e opportunità di divertimento e avventura.

In questa guida vi parleremo delle 5 cose da fare assolutamente alle Canarie. C’è molto da dire e non vogliamo svelarvi troppo. Per questo, continuate a leggere e scoprite insieme a noi i migliori consigli per un viaggio gradevole e avventuroso nelle varie isole dell’arcipelago.

Tenerife e il Teide

L’avventura alle Canarie non può non partire da Tenerife. Ben 10 milioni di turisti all’anno la scelgono come meta per la propria vacanza. È un’isola tranquilla, per chi vuole rilassarsi al sole di una costa lunga 350 km.

Allo stesso tempo, la sua natura selvaggia la rende adatta anche per esploratori e sportivi. Tenerife è dominata dal monte Teide, patrimonio mondiale dell’Umanità. Da fare assolutamente un’escursione fin su in cima o fare un lungo tragitto in bicicletta. Così come è molto consigliata la visita alla valle Orotava. Tra foreste di pini, formazioni vulcaniche e rocciose, la traversata sarà stancante ma verrà ripagata da paesaggi e viste incredibili.

Tenerife è famosa anche per lo snorkeling. Potrete fare stupende immersioni in grotte o canyon e assistere al proliferare della vita marina, con la vista di tartarughe, delfini, polpi e murene.

Infine, lo sapevate che in quest’isola delle Canerie ci sono le piramidi? Ebbene sì, si tratta delle piramidi di Guimar e seppure costruite probabilmente nel XIX non potete perderle!

Fuerteventura e il surf

Fuerteventura è l’isola canaria più indicata per un pubblico giovane. Il divertimento e la movida sono assicurati; tanti sono i locali notturni e le discoteche.

Non mancano attività ancora più stimolanti. Qui sono presenti tante riserve naturali, incontaminate e poco frequentate dai turisti, come l’Isolotto di Los Lobos. Luogo dove sono visibili foche monache e squali martello; si può praticare anche il birdwatching. Da segnalare anche il Monte Tindaya, luogo sacro per il popolo Guanche, di cui parleremo tra poco.

Inoltre quest’isola, la più vicina all’Africa è considerata il paradiso dei surfisti. Che si tratti surf, windsurf o kitsurf, le condizioni climatiche vi daranno la possibilità di svolgere questi sport avventurosi al meglio.

Fuerteventura è bella di giorno ma anche di notte. Emozionatevi alla vista notturna di stelle ed astri al centro astrologico di Sicasumbre. Da non mancare una gita a Betancuria, piccola città fondata nel XV secolo dal normanno Jean de Bethencourt

Gran Canaria e i Guanche

Gran Canaria comprende gli stessi elementi delle isole viste in precedenza. Quello che vorremmo sottolineare in questo caso è l’aspetto storico/archeologico.

La civiltà aborigena della Canarie si chiamava Guanche e venne soppiantata dai Conquistadores spagnoli. Per approfondire la storia di questo popolo di origine berbera c’è il Museo Canario con ampia documentazione e reperti suggestivi come mummie e statue.

In più, avete a disposizione il poco noto Parco Archeologico di Cueva Pintada (Grotta Dipinta). Si tratta di un villaggio con 50 case e grotte artificiali, a soli 30 km dalla capitale Las Palmas. Un avventuroso salto indietro nel tempo, alla scoperta di una civiltà di cui non si legge molto nei libri di storia.

Lanzarote e il parco Timanfaya

Lanzarote, situata nella parte orientale delle Canarie, è stato il rifugio dello scrittore portoghese José Saramago e ne conserva un museo.

L’isola e’ però anche patria del meraviglioso Parco Nazionale di Timanfaya.

Al suo interno, vi sembrerà di essere in una pellicola di fantascienza o sulla Luna. 300 anni di eruzioni hanno creato un ambiente caratterizzato da rocce e strati di terra dai diversi colori. Meno spregiudicata la vegetazione ma noterete una prevalenza di licheni. Per chi ama le grotte sotterranee, consigliamo la Cueva de los Naturalistas.

La Gomera e Colombo

Se progettate di andare alle Canarie, La Gomera è una tappa da non escludere. Un ambiente selvaggio e impervio per un tipo di turismo selezionato e amante degli sport estremi. Esiste anche un altro motivo per venire in questi lidi.

L’isola è stato anche il primo luogo d’approdo di Cristoforo Colombo nel 1492. In particolare, la capitale San Sebastian. Sono ancora presenti i luoghi-testimonianza del suo passaggio. La chiesa de la Asuncòn dove ascoltò la messa e due case in cui si fermò durante la sosta per ristorarsi insieme all’equipaggio delle sue navi.

Bene e con questo siamo alla fine di questa guida sulle Canarie. Abbiamo stuzzicato la vostra curiosità e la voglia di andarci? Oppure siete già stati in una delle isole o in più di una? Fatecelo sapere nei commenti. Siamo curiosi e ansiosi di sentire le vostra esperienza a riguardo.


Il nostro articolo dedicato a tutte le informazioni riguardo le avventure alle Canarie si conclude qui, speriamo di esservi stati utili con i nostri consigli per il vostro prossimo viaggio a Tenerife. La destinazione delle Canarie sta andando sempre più in voga negli ultimi anni, pertanto i voli sono spesso pieni e costosi, ma siamo fiduciosi che seguendo i nostri consigli e con il giusto impegno, potrete riuscir a viaggiare verso gli aeroporti di Tenerife in modalità low-cost!

Dopo aver vissuto un’avventura a Tenerife o in qualunque altro posto delle Canarie, vi indichiamo che potreste anche pensare di parlarne a tutti fornendo informazioni e consigli aggiuntivi! vivereatenerife.it infatti mette a disposizione la possibilità di raccontare le proprie esperienze agli utenti, semplicemente inviandoci il vostro racconto via email, all’indirizzo: info@vivereatenerife.it


Articolo scritto da: Redazione


Condividi questo articolo:

Avventura alle Canarie: 5 cose da fare assolutamente